Filemone e Bauci
da Le Metamorfosi di Ovidio
traduzione di Cristiana Pezzetta
illustrazioni Daniela Tieni
Topipittori 2022
>
C’è sui colli di Frigia una quercia vicino a un tiglio, circondata da un muricciolo. [..] Qui un giorno arrivò Giove, sotto l’aspetto di uomo, e con lui c’era anche suo figlio, Mercurio, nipote di Atlante, per l’occasione senza ali e caduceo. Si avvicinarono a mille case, chiedendo un luogo per riposare, e mille case sprangarono loro le porte. Tutte fuorché quella di Filemone e Bauci, due anziani devoti agli dèi, che, nonostante la povertà, offrono tutto quel che hanno ai due ospiti, nientemeno che due dèi potentissimi scesi dall’Olimpo. Ovidio narra questa storia ne Le Metamorfosi. Un nuovo gioiello della collana L’età d’oro, dedicata ai acconti di oggi e ai classici di ieri, tradotto con maestria da Cristiana Pezzetta e splendidamente illustrato da Daniela Tieni.
>
Perché leggere i miti ai bambini > un articolo di Cristiana Pezzetta per il blog dei Topipittori
>
Presentazioni
Libreria Bibliolibrò – Ostia, 5 novembre 2022
Libreria Ubik Casalpalocco – Roma, 12 novembre 2022
>
Recensioni
Radice Labirinto
La Pazienza Arti e Libri